L’importanza della SEO per la strategia di e-commerce

L’importanza della SEO per la strategia di e-commerce
Vincere nella SEO dell’e-commerce è una grande sfida. Amazon divora il 37,7% di tutte le vendite di e-commerce online. Gli interferenti diretti al consumatore (D2C) continuano a rubare quote di mercato. Inoltre, i giocatori affermati che hanno visto presto il valore della ricerca organica hanno avuto anni per migliorare la loro esecuzione SEO.

Le buone notizie?

Sebbene i grandi marchi stiano spostando rapidamente una parte maggiore del loro budget di marketing e-commerce verso la SEO, la stragrande maggioranza dei siti Web (anche tra i Fortune 1000) è ancora dolorosamente sottoinvestita nell’ottimizzazione dei motori di ricerca. Ciò significa che puoi assolutamente superarli con un programma SEO aziendale olistico.

La migliore strategia SEO per l’e-commerce combina la struttura del sito Web, la SEO tecnica, la ricerca di parole chiave, la strategia dei contenuti, la SEO on-page e la creazione di link con un’esperienza utente incredibile per fornire risultati senza pari.

La nostra guida SEO avanzata per l’e-commerce rivela le strategie, i suggerimenti e le tecniche più efficaci che puoi utilizzare per spostare in modo massiccio l’ago sul tuo traffico di ricerca organico e ottenere risultati come questo:

Impatto aziendale della SEO dell’e-commerce

Impatto aziendale della SEO dell’e-commerce
Se presti attenzione alle chiamate trimestrali sugli utili, potresti aver notato che le prestazioni SEO sono un argomento di discussione frequente (forse anche tra i tuoi concorrenti). La ricerca organica è diventata un canale di vendita così importante che ha attirato l’attenzione di dirigenti e investitori.

Ecco alcuni esempi del 2019:

Gli analisti hanno messo alla griglia Groupon per i venti contrari della SEO che hanno ridotto i profitti.
Jerome Squire Griffith, CEO di Lands’ End, ha affermato che stanno ponendo un’enfasi molto forte sulla SEO dell’e-commerce.
Seth Moore, Chief Strategy Officer di Overstock, ha affermato che la SEO “è il motore di crescita per il futuro dell’azienda”. Ha anche affermato che il miglioramento del ranking organico ha reso la spesa pubblicitaria più efficiente.
Potresti aver sentito un altro marchio multimiliardario di nome Chewy. La loro forte strategia di ricerca organica è stata una delle ragioni principali per la sua acquisizione da 3,35 miliardi di dollari da parte di PetSmart.

Se la tua leadership è focalizzata sull’e-commerce, allora la SEO è importante. Può rappresentare un’opportunità rivoluzionaria per le aziende di scalare in modo più redditizio, migliorare i margini e aumentare i ricavi. In effetti, Terakeet offre traffico ai nostri clienti a 25 sul dollaro rispetto ai canali pubblicitari a pagamento.

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Impara la SEO tecnica del sito e-commerce

Struttura del sito e-commerce

Vuoi capire come è strutturata un’azienda? Guarda l’organigramma. Allo stesso modo, l’architettura del sito è come un organigramma per il tuo sito web: comunica la gerarchia e le relazioni tra le varie pagine.

L’architettura del sito web è una parte fondamentale di un’efficace strategia SEO di e-commerce perché organizza e dà priorità ai tuoi contenuti per i motori di ricerca. Di conseguenza, ti classificherai meglio per le parole chiave di categoria di valore che indirizzano gli utenti ai prodotti che desiderano acquistare.

Ricerca di parole chiave SEO per l’e-commerce

La ricerca delle parole chiave è alla base di qualsiasi strategia SEO. Esaminiamo alcune best practice SEO per l’e-commerce sulla scelta dei termini di ricerca prima di parlare di come eseguire la ricerca per parole chiave.

Volume, intento di ricerca ed esperienza utente

È probabile che le parole chiave della tua categoria principale siano ovvie in base ai raggruppamenti di prodotti che hai creato. Tuttavia, è molto importante considerare l’intento di ricerca e il volume di ricerca quando si associa ogni URL a una frase chiave.

Supponiamo che tu sia il responsabile SEO presso un rivenditore nazionale di forniture per ufficio. Forse hai organizzato alcuni dei tuoi prodotti in poche semplici categorie, come forniture, mobili e fotocopie. Quelle sono belle categorie, ma non sono grandi categorie SEO.

Come mai?

Sono troppo ampi, quindi l’intento di ricerca non corrisponderà ai tuoi prodotti. Pensa a questi termini da una prospettiva puramente correlata alla ricerca. I risultati dei motori di ricerca per “mobili” sono dominati dai grandi rivenditori di mobili e la copia è altamente definita.

Invece, restringi il tuo elenco di parole chiave in modo che siano ancora ampi, ma rappresentino query che i tuoi clienti cercherebbero effettivamente mentre cercano i tuoi prodotti. Ad esempio, potresti scegliere “forniture per ufficio”, “mobili per ufficio” e “stampanti, scanner e fotocopiatrici”.

Queste ampie categorie dipartimentali si diramano quindi in categorie e sottocategorie più specifiche, come queste:

In genere, ti consigliamo di scegliere le parole chiave con il maggior volume di ricerca e il più forte allineamento con l’intento di ricerca per le tue categorie. Allo stesso tempo, dovrebbero avere senso come categorie di alto livello per ogni raggruppamento di prodotti.

A meno che…

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Scopri come la SEO off-page può ottimizzare il tuo sito di e-commerce

Rompere le regole

Sei destinato a incontrare alcuni scenari in cui l’esperienza utente sovrascrive la SEO. Va assolutamente bene, purché sia ​​l’eccezione alla regola.

Un perfetto esempio di ciò è la suddetta categoria “stampanti, fotocopiatrici e scanner”. Questa frase ha un volume di ricerca zero. Tuttavia, “elettronica” e “tecnologia” sono troppo ampie e ambigue per rappresentare i prodotti di quella categoria. Inoltre, i clienti che cercano una nuova stampante potrebbero non pensare di guardare nella sezione tecnologia del tuo sito. Sebbene la “copia” si adatti alla categoria, l’abbiamo già esclusa in base all’intento di ricerca disallineato.

Targeting di parole chiave durante la canalizzazione di conversione

Quando scegli le parole chiave per la tua strategia SEO di e-commerce, pensa all’intero percorso dell’acquirente. Un tipico funnel di conversione può essere suddiviso in tre livelli:

  • Consapevolezza
  • Considerazione
  • Decisione

La consapevolezza è la fase di ricerca in cui i potenziali clienti cercano una soluzione al loro problema. Poiché le persone spesso fanno domande durante questa fase, tendono a utilizzare parole chiave a coda lunga nelle loro query di ricerca.

Immagina un dirigente d’ufficio frustrato perché spesso esauriscono le cartucce d’inchiostro della stampante. Ciò potrebbe indurla a cercare informazioni sulle cartucce di inchiostro ricaricabili:

  • Quanto costa ricaricare le cartucce di inchiostro?
  • Le cartucce di inchiostro ricaricabili funzionano?
  • È facile ricaricare le cartucce di inchiostro della stampante?

Consapevolezza
Considerazione
Decisione
La consapevolezza è la fase di ricerca in cui i potenziali clienti cercano una soluzione al loro problema. Poiché le persone spesso fanno domande durante questa fase, tendono a utilizzare parole chiave a coda lunga nelle loro query di ricerca.

Immagina un dirigente d’ufficio frustrato perché spesso esauriscono le cartucce d’inchiostro della stampante. Ciò potrebbe indurla a cercare informazioni sulle cartucce di inchiostro ricaricabili:

Quanto costa ricaricare le cartucce di inchiostro?
Le cartucce di inchiostro ricaricabili funzionano?
È facile ricaricare le cartucce di inchiostro della stampante?
Forse questa responsabile dell’ufficio ha appreso da uno dei tuoi post sul blog che le cartucce ricaricabili non sono affidabili, quindi decide che vuole una stampante laser. Durante la fase di considerazione, probabilmente cercherà recensioni o articoli di confronto del marchio.

Nella fase decisionale della canalizzazione di acquisto, il tuo cliente si rende conto che desidera una stampante di marca HP, ma non è sicura di quale modello. A questo punto probabilmente visiterà pagine di prodotti specifici per valutare prezzi e specifiche tecniche.

Ogni fase all’interno della canalizzazione include persone con esigenze, comportamenti e intenti di ricerca diversi. Pertanto, il tuo sito Web dovrebbe avere pagine che hanno come target parole chiave in ogni fase della canalizzazione, inclusi ToFu, MoFu e BoFu.

Una volta pubblicati i tuoi contenuti, dovrai aumentare le conversioni, quindi leggi la nostra lista di controllo di 41 punti sull’ottimizzazione del tasso di conversione e-commerce.

Strumenti di ricerca di parole chiave per SEO e-commerce

Con il tuo elenco di idee per le parole chiave di categoria e sottocategoria in mano, è il momento di perfezionare ed espandere tale elenco utilizzando gli strumenti SEO per la ricerca di parole chiave:

  • Esplora parole chiave di Ahrefs
  • Esplora parole chiave Moz
  • SEMRush
  • Soovle
  • Jaaxy
  • KWFinder
  • Rispondi al pubblico
  • Console di ricerca di Google
  • Clearscope
  • Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google
  • Google Trend

Usa qualsiasi strumento con cui hai familiarità. Tuttavia, è fondamentale avere accesso a dati affidabili sul volume di ricerca che indichino il potenziale di mercato per ciascuna parola chiave.

Per completare il volume di ricerca e l’intento di ricerca, puoi fare un riferimento incrociato al costo per clic (CPC) di Google Ads. Questa metrica rivela quanto sia competitiva una parola chiave. Potrebbe anche riflettere la tua più grande opportunità quando confronti SEO vs PPC. Se determinate parole chiave sono troppo costose per produrre un ROI decente sul lato PPC, considera la classificazione organica di quelle parole chiave.

Se stai lottando per classificarti per termini di alta concorrenza, dai un’occhiata al nostro post su come massimizzare il traffico con parole chiave a coda lunga.