Al livello più elementare, un ROI di marketing positivo significa che stai ricevendo più di un dollaro per ogni dollaro speso per il marketing. La realtà, tuttavia, è che i benchmark del ROI variano a seconda del canale di marketing e del settore.

Ad esempio, secondo il Google Economic Impact Report, la ricerca organica ha un grande vantaggio rispetto a quella a pagamento con un ROI medio di 5,3X. In confronto, Google stima che il ROI di PPC sia circa 2X.

In generale, un buon ROI di marketing è di circa 5:1. Tuttavia, quando valuti il ​​tuo ROI, assicurati di confrontare le mele con le mele. Confronta per settore e canale per valutare se il tuo marketing è veramente efficace. Ad esempio, il ROI del marketing digitale potrebbe differire dal ROI del marketing offline.

Un altro modo per un marchio di creare un benchmark di “buon ROI” (uno personalizzato per quel marchio) è guardare al ritorno di tattiche simili che il marchio ha provato in passato. Il marchio può quindi confrontare le iniziative di marketing attuali e future con quella linea di base.

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Devi imparare questi ROI di marketing – Guida completa

Sfide nella misurazione del ROI del marketing

Formula semplice per calcolare il ROI di marketing

[(Entrate generate – Costo di marketing) / Costo di marketing] * 100

Quindi, se spendi $ 5.000 in una campagna che genera $ 10.000 di entrate, il tuo ROI di base è del 100%.

Ecco il problema: non è quasi mai così semplice.

Perché il ROI del marketing è difficile da misurare?

Perché il ROI del marketing è difficile da misurare?
Questo grafico di TrackMaven rivela l’ampia gamma di sfide che i professionisti del marketing affermano di dover affrontare quando cercano di dimostrare il loro valore.

Uno dei motivi per cui gli sforzi di marketing sono difficili da misurare è perché sono in corso. Tuttavia, calcoliamo il ROI in periodi di tempo specifici. Quindi, per analizzare il ROI del marketing è necessario avere una data di inizio e di fine specifica.

Poi c’è la sfida di determinare quali metriche misurare. Tieni traccia delle entrate lorde o nette? Incorpori LTV nei tuoi calcoli? Come puoi calcolare esattamente di quante entrate è responsabile una particolare campagna, canale o punto di contatto? Che dire dell’impatto sulla consapevolezza del marchio o sulla crescita del pubblico?

C’è anche la realtà che molte campagne vengono eseguite per mesi ed è difficile calcolare il ROI di una campagna finché non è finita. Gli indicatori principali, come il tasso di conversione, possono essere utili. Ma non puoi calcolare il tuo ROI senza i numeri finali.

È anche estremamente difficile misurare con precisione il ROI del marketing senza un solido modello di attribuzione in atto. Tuttavia, i modelli di attribuzione sono raramente a prova di proiettile.

In superficie, il ROI del marketing sembra un calcolo relativamente semplice. Tuttavia, più ci entri, più può diventare complesso. Diverse aziende lo calcolano in modo leggermente diverso.

Ad esempio, HubSpot consiglia la seguente formula per calcolare il ritorno sull’investimento di marketing (ROMI):

[((numero di lead x tasso lead-to-customer x prezzo medio di vendita) – costo o spesa pubblicitaria) ÷ costo o spesa pubblicitaria] x 100

In definitiva, quando calcoli il ROI sul marketing, devi decidere quali numeri includere e quali metriche sono più importanti per il tuo particolare marchio.

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Alcun metriche SEO più importanti che puoi monitorare per le prestazioni

Misura il ROI del marketing con queste Top Practices

Data la complessità del calcolo e del monitoraggio del ROI del marketing, ecco alcune best practice da seguire.

Traccia le metriche giuste

Innanzitutto, e soprattutto, tieni traccia solo delle metriche che effettivamente aggiungono valore alla tua attività. Il numero di follower sui social media che hai potrebbe farti sentire bene, ma questo aggiunge davvero qualcosa ai tuoi profitti?

Per giustificare la tua spesa di marketing, dovrebbero esserci linee chiare tra i dollari spesi e il valore aggiunto alla tua attività. Una cosa è dire: “Abbiamo speso $ 10.000 e guadagnato migliaia di follower”. È un’altra cosa da dire: “Abbiamo speso $ 10.000 per acquisire 500 lead, 50 dei quali si convertiranno in clienti”.

Comprendere i modelli di attribuzione

In secondo luogo, comprendere i diversi modelli di attribuzione del marketing. Questo può aiutarti a capire meglio come dovrebbero essere ponderati i diversi punti di contatto di marketing che i tuoi clienti incontrano. Il software di attribuzione del marketing include C3 Metrics, Adobe Analytics e Nielsen Marketing Attribution.

Raccogliere dati

Terzo, raccogli e analizza quanti più dati possibile per ogni canale e campagna. Come mai? Perché non saprai cosa sta realmente accadendo finché non vedrai i dati di fronte a te. Non sarai in grado di confrontare il ROI del PPC con il SEO a meno che tu non possa vedere il numero di clic, lead e conversioni che ciascuno genera all’interno di una determinata campagna. Il ROI è un calcolo basato sui dati, quindi assicurati di raccogliere quanti più dati possibile.

Confronto tra mele e mele

Prendi in considerazione la misurazione del ROI sia a breve che a lungo termine. La realtà è che alcuni canali di marketing impiegano più tempo a dare i loro frutti rispetto ad altri. Come notato sopra, la SEO è una strategia a lungo termine e spesso richiede tempo per vedere risultati significativi. Quindi, i risultati iniziano ad aggravarsi nel tempo, offrendo un rendimento maggiore lungo la strada.

La misurazione del ROI a lungo termine ti assicura di non rinunciare troppo presto a una particolare strategia di marketing che potrebbe risultare altamente redditizia.

Tenete conto di tutti i costi

Infine, quando si calcola il ROI, è utile tenere conto dei costi generali e variabili nei calcoli, se possibile. Ad esempio, se stai eseguendo una campagna di lead gen su Facebook, devi prendere in considerazione non solo i costi pubblicitari, ma anche il costo del tuo team, delle agenzie, dello sviluppo della creatività pubblicitaria, della creazione del magnete principale, del lancio della pagina di destinazione, ecc. Questa è una misura più accurata del tuo vero ROI.

p pratiche per il ROI di marketing che puoi utilizzare e ottenere un efficace ritorno sull’investimento senza troppa fretta.

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Come aumentare e migliorare il ROI del marketing