La SEO tecnica ha lo stesso impatto sul successo del tuo programma SEO e-commerce quanto la ricerca di parole chiave e l’ottimizzazione on-page. Nessuno vuole sprecare centinaia di ore nella ricerca di parole chiave e nella produzione di contenuti solo per rendersi conto che metà delle proprie pagine non sono indicizzate a causa di un errore tecnico di base.

Esaminiamo i passaggi più importanti per scoprire problemi tecnici SEO su un sito di e-commerce.

Conduct a site crawl

Il primo passo per condurre un audit SEO tecnico è eseguire una scansione del sito. Gli strumenti di scansione dei siti Web più diffusi includono ContentKing e Screaming Frog. Questi strumenti eseguono la scansione del tuo sito allo stesso modo di uno spider dei motori di ricerca: collegamento per collegamento e pagina per pagina.

Tuttavia, un crawler dei motori di ricerca non ti dirà quando raggiunge una pagina 404 o una catena di reindirizzamento. Gli strumenti di scansione, d’altra parte, sono diagnostici.

Ti diranno ogni errore di scansione critico o non critico che hanno riscontrato mentre si spostano attraverso il tuo sito. Gli esempi includono: errori del server, errori URL, problemi di contenuto duplicato, catene di reindirizzamento ed errori con tag canonici o di indicizzazione.

Se la scansione del tuo sito web è più un labirinto che una mappa, una scansione del sito scoprirà i vicoli ciechi. Inoltre, uno strumento come DeepCrawl acquisisce i dati dei file di registro. Ciò significa che saprai esattamente a quali file accedono i bot dei motori di ricerca. Ancora più importante, saprai quali non lo fanno.

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Ottimizza il tuo sito e-commerce con queste tecniche avanzate

Rimuovere duplicati o replicare i contenuti

Il contenuto duplicato è terribile per la SEO dell’e-commerce. Tuttavia, è comune per i negozi online avere problemi di contenuto duplicato in un modo o nell’altro. Potresti avere pagine di prodotti quasi identiche che differiscono solo per il colore. Forse hai più siti per lingue diverse o un sito mobile separato. In alcuni casi, la colpa è di filtri, facet e navigazione implementati in modo improprio.

Questi problemi confondono i motori di ricerca, diluiscono il PageRank e dirottano il tuo traffico organico.

Se scopri contenuti duplicati, collabora con il team dell’infrastruttura web per rimuovere o consolidare le pagine quando possibile. In caso contrario, assicurati di utilizzare i tag canonici per identificare l’URL di origine principale di Google.

Migliora, rimuovi o consolida il contenuto sottile

Pensi che 100 pagine con contenuti scarsi aiuteranno le prestazioni SEO del tuo e-commerce meglio di una manciata di pagine utili e dettagliate? Pensa di nuovo.

Il contenuto sottile può avere un impatto drastico sulla salute SEO dell’intero dominio. Per un cliente che ha riscontrato problemi di contenuto sottile a livello di sito, Terakeet ha rimosso l’85% degli URL del sito migliorando al contempo il resto. Il risultato? In soli otto mesi, il traffico organico del sito è aumentato del 425%.

Man mano che il contenuto sottile viene identificato, crea un foglio di calcolo delle pagine scoperte e inizia a controllare/organizzare ciascuna di esse. La pagina può essere cancellata e reindirizzata? O dovrebbe rimanere, ma il contenuto dovrebbe essere arricchito? Aggiungili alla tua cronologia, in base all’importanza di ogni pagina all’interno dell’architettura del sito che hai mappato.

Navigazione sfaccettata e filtri

Tutti i siti di e-commerce utilizzano una combinazione di filtri o navigazione a faccette per aiutare i clienti a trovare ciò che desiderano. Gli acquirenti utilizzano la navigazione a faccette per approfondire i prodotti più specifici man mano che restringono la loro ricerca.

Ogni sfaccettatura è un sottoinsieme della selezione precedente. Ad esempio, un utente alla ricerca di smart TV potrebbe utilizzare la navigazione a faccette come questa:

Categorie > Elettronica > TV > Smart TV

Questo è leggermente diverso dal filtraggio, che esclude gli elementi che non rientrano nei criteri specificati. Inoltre, puoi applicare filtri a livello globale e attivarli o disattivarli in modo indipendente. Ecco alcuni filtri comuni utilizzati dai siti di e-commerce:

  • Prezzo
  • Dimensione
  • Disponibile per il ritiro

È anche comune per i siti di e-commerce combinare filtri e sfaccettature per un’esperienza utente senza interruzioni. Ad esempio, immagina che un potenziale cliente desideri una smart TV Vizio da 75 pollici per meno di $ 2.000. Il cliente può utilizzare la navigazione a faccette per raggiungere la pagina della categoria Smart TV. Quindi, potrebbero applicare filtri di dimensioni e prezzi per restringere i risultati.

Facet e filtri forniscono agli utenti un sistema di navigazione semplice e facile da usare per ordinare un vasto numero di prodotti. Assicurati solo di non paralizzare il tuo SEO creando più pagine di categorie simili come parte della tua navigazione sfaccettata.

Dai un’occhiata all’articolo correlato su Scopri come la SEO off-page può ottimizzare il tuo sito di e-commerce

Ottimizza la struttura dei collegamenti interni

Il collegamento interno è vitale per il successo SEO dell’e-commerce. Aiuta gli utenti a scoprire i tuoi prodotti e consente ai motori di ricerca di capire quali sono le tue pagine più importanti. È anche molto difficile creare collegamenti esterni direttamente alle pagine dei prodotti. Quindi i link interni possono trasferire il PageRank dalla tua home page e dalle pagine dei contenuti alle pagine dei tuoi prodotti.

Il principio guida per i collegamenti interni deve essere pertinente. In altre parole, il collegamento interno aiuta il tuo acquirente a trovare ciò che sta cercando o a scoprire utili contenuti correlati.

Crea canalizzazioni di collegamento interne che guidino le persone che leggono i tuoi contenuti alle pagine dei tuoi prodotti e servizi. Inoltre, ha senso aggiungere collegamenti a prodotti e servizi correlati. Aumenterai il tuo SEO e-commerce aumentando anche potenzialmente il valore medio dell’ordine (AOV).

Non esagerare con l’aggiunta di collegamenti interni. Concentrati solo su dove ha senso per il lettore e potenzialmente migliora la sua esperienza. Se aggiungi troppi link alle tue pagine, finirai per essere spam.

Considera questi suggerimenti SEO per l’e-commerce per il collegamento interno delle tue regole d’oro:

  • Includi le tue categorie più importanti nella tua navigazione.
  • Link a prodotti e categorie chiave dal contenuto del blog di supporto.
  • Non utilizzare troppi link all’interno dei tuoi contenuti.
  • Usa la corrispondenza esatta e le parole chiave a coda lunga nel tuo testo di ancoraggio (per i link interni).
  • Correggi i collegamenti interrotti.

Ottimizzazione web per dispositivi mobili

Esegui un test ottimizzato per i dispositivi mobili per scoprire modi per ottimizzare al meglio il tuo sito di e-commerce. Controlla i tuoi dati di analisi dei dati web per comprendere la percentuale di visitatori mobili che ricevi, nonché la loro frequenza di rimbalzo e il tasso di conversione. Inoltre, Google ha implementato l’indicizzazione mobile-first, quindi non ignorare l’ottimizzazione mobile.

Scopri di più sui vantaggi dell’m-commerce e su come creare un’esperienza cliente digitale più fluida.

Migliora la velocità del sito e il tempo di caricamento della pagina

Anche la velocità del tuo sito web è un fattore chiave per il suo posizionamento. Questo perché la velocità della pagina influisce drasticamente sull’usabilità e sulla soddisfazione degli utenti. Un sito lento abbinato a un segnale scadente evoca gli incubi di Internet dial-up.