Quando è stata l’ultima volta che hai eseguito un controllo dello stato del dominio? Se è passato un po’ di tempo, potrebbe essere il momento di una messa a punto. Anche se il tuo sito non deve essere perfetto, non lasciare che si accumulino troppi problemi o Google potrebbe inviare il tuo traffico ai tuoi concorrenti.

Sfortunatamente, non tutti i problemi del sito Web sono in bianco e nero. Alcuni potrebbero avere un impatto sull’intero dominio, mentre altri potrebbero interessare solo pagine specifiche. Per semplificarti la vita, abbiamo creato una rapida lista di controllo dello stato di salute del sito web per risolvere i problemi più comuni che danneggeranno la tua SEO.

Alcuni suggerimenti per migliorare la salute del sito

ISe vuoi migliorare il tuo SEO, hai bisogno di un elenco di passaggi chiari e attuabili che puoi eseguire regolarmente. Abbiamo già trattato molte di queste tecniche SEO on-page, quindi dai un’occhiata a quell’articolo se non l’hai ancora letto.

1. Non bloccare URL importanti

La prima cosa che gli spider di ricerca di Google cercheranno sul tuo sito sono i file robots.txt. Questi file sono incredibilmente utili se desideri impedire la scansione di URL meno importanti. Tuttavia, il tuo sito web sarà una città fantasma se li usi accidentalmente su pagine importanti. Dai un’occhiata al tester robots.txt di Google per vedere quali pagine sono bloccate dai crawler.

2. Usa sitemap XML

Pensa a una sitemap XML come a un sommario per il tuo dominio. Danno ai ragni una vista a volo d’uccello del tuo sito per capire come tutto combacia. Senza una mappa del sito XML, i motori di ricerca potrebbero eseguire la scansione solo di una frazione di ciò che hai a disposizione. Puoi creare la tua mappa del sito XML o utilizzare invece uno strumento di terze parti.

3. Standardizzare gli URL

La configurazione errata dell’URL è un altro problema comune che devono affrontare anche i siti Web di grandi aziende. Ad esempio, immaginiamo che il tuo
la home page principale è yourcompany.com. È possibile che questa pagina venga visualizzata per le seguenti varianti di URL:

  • https://www.tuaazienda.com
  • https://www.tuaazienda.com/index.htm
  • https://www.yourcompany.com/home.asp
  • https://tuaazienda.com
  • https://yourcompany.com/index.htm
  • https://yourcompany.com/home.asp
  • http://www.tuaazienda.com
  • http://www.tuaazienda.com/index.htm
  • http://www.tuaazienda.com/home.asp
  • http://latuaazienda.com
  • http://yourcompany.com/index.htm
  • http://yourcompany.com/home.asp
  • tuaazienda.com
  • tuaazienda.com/index.htm

In che modo questo danneggia la tua SEO?

I crawler dei motori di ricerca visualizzeranno ciascuno di questi URL come pagine separate, ma il contenuto è identico. Ciò non solo confonderà Google, ma diluirà anche il tuo profilo di backlink se i siti web si collegano a più versioni di un URL.

4. Usa meta descrizioni univoche

Le meta descrizioni sono un fattore importante per la salute del tuo dominio. Se il tuo obiettivo è ottimizzare per clic o parole chiave, dovresti sempre includere una meta descrizione univoca per ogni pagina del tuo sito. In caso contrario, Google ne creerà uno insieme per te. E questo raramente va a tuo favore.

5. Ottimizzazione dei titoli delle pagine

I tag del titolo sono uno dei segnali di ranking on-page più potenti, quindi è fondamentale utilizzarli correttamente. Come best practice, inserisci le parole chiave all’inizio del tag. Ma dovresti anche abbinare l’intento di ricerca di Google della parola chiave e scrivere qualcosa su cui le persone vogliono fare clic.

6. Includi il testo alternativo dell’immagine

Le immagini sono un ottimo modo per catturare l’attenzione degli utenti, raccontare una storia o spiegare qualcosa di complesso. Tuttavia, non dimenticare di dire a Google di cosa trattano le immagini con un testo alternativo descrittivo.

Il testo alternativo aiuta le tue immagini a comparire nei risultati di ricerca e viene utilizzato come testo di ancoraggio se l’immagine è anche un collegamento ipertestuale. Ad esempio, abbiamo utilizzato il testo alternativo “elenco di controllo dello stato di salute del sito Web” nel nostro download gratuito di seguito.

7. Usa tag rel canonici

I contenuti duplicati e sottili confondono gli spider web e causano la cannibalizzazione delle parole chiave. Di conseguenza, Google potrebbe contrassegnare i tuoi contenuti come spam e spingerli più in basso nelle SERP.

I tag canonici indicano ai crawler quale versione di ogni pagina Web deve essere indicizzata come fonte primaria di contenuto. Ad esempio, se disponi di versioni diverse del tuo sito per dispositivi mobili e desktop, o in più lingue, dovresti canonicarle ciascuna alla versione preferita.

8. Correggi i 404

Quando uno spider o un utente visita un URL che non esiste sul tuo dominio, riceverà un errore 404. Forse hai cancellato una pagina o qualcuno si è collegato accidentalmente all’URL sbagliato. Ad ogni modo, se non controlli lo stato del tuo dominio da un po’ di tempo, probabilmente ne hai alcuni che devono essere corretti.

Come mai? Poiché i 404 non sono solo frustranti per gli utenti, possono anche avere un grande impatto sulla tua SEO. Come probabilmente saprai, i backlink sono ancora piuttosto importanti per l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Quindi, se rimuovi una pagina con dozzine di ottimi collegamenti e non implementi un 301, perdi tutto il valore del collegamento.

Quel che è peggio, se non risolvi rapidamente il problema, i tuoi concorrenti potrebbero convincere quei siti a collegarsi ai loro contenuti.

9. Ottimizzazione e fissaggio di RC (catene di reindirizzamento)

I reindirizzamenti sono essenziali per la SEO, ma possono anche causare problemi se eseguiti in modo improprio. Nel tempo, lo stesso contenuto può essere reindirizzato a un URL dopo l’altro. Ciò crea una catena di reindirizzamento che rallenta il tuo sito e danneggia le tue prestazioni SEO.

Ricorda, Google preferisce le pagine veloci. Quindi accorcia le tue catene di reindirizzamento e correggi tutti i collegamenti che puntano a vecchie pagine 301.

10. Diminuisci la profondità di scansione

Occorrono più di 3 clic per raggiungere alcuni dei tuoi contenuti? In tal caso, gli spider dei motori di ricerca potrebbero determinare che quelle pagine non sono importanti.

Inutile dire che l’aggiornamento dell’architettura del tuo sito va oltre lo scopo di questo post. Ma c’è un modo rapido per migliorare la profondità di scansione per le pagine importanti: aggiungere collegamenti interni!

Ora hai capito le basi. si consiglia di leggere .Tecniche di ottimizzazione della salute del sito. che avrà un forte impatto sulla salute del tuo sito.